La Logopedia > Il Blog > gioco libero

I cortili liberi per i bambini

Milano riaprirà i cortili ai bambini
“Nei condomini si torna a giocare”

La giunta Pisapia ha approvato una delibera per “affermare il valore del gioco”, spiega l’assessore Bisconti. Il provvedimento, dopo un confronto con gli amministratori condominiali, passerà in aula

di LAURA FUGNOLI

I bambini a Milano potranno tornare a giocare in cortile: nessun cartello minaccioso di divieto potrà più impedire di calciare un pallone, o rincorrersi a nascondino tra i box, le aiuole e i bidoni della spazzatura. La giunta, su proposta dell’assessore al Tempo libero, Chiara Bisconti, ha approvato una delibera che attende solo la ratifica definitiva da parte del consiglio comunale. È bastata una modifica al regolamento di polizia urbana, l’aggiunta di un articolo (l’83 bis) che costringerà i condomini ad adeguarsi “e qualora l’assemblea condominiale si rifiutasse – ha spiegato Bisconti – qualsiasi condomino potrà fare ricorso al Tar con uno strumento a suo favore che lo tutelerà”.

Continua a leggere qui

Si gioca a Basket!!

Si gioca a Basket!!!

Parco Brentelle – Domenica 22 Aprile 2012 ore 16.00

A CURA DI MARTA BRETINI

Il progetto si offre di aiutare i bambini nel processo di crescita, contribuendo a dare il senso dellasocializzazione, delleregole, della comunità e del gioco di squadra. L’idea nasce dalla necessità di creare aPadova momenti di aggregazione tra bambini di età compresa tra i 6 e i 13 anni attraverso il gioco.

Giocare con i bambini…

Giocare con i bambini ti fa sentire bambino. Recuperi quell’essenza che una volta hai sperimentato, e che hai un po’dimenticato nella frenesia della vita quotidiana, delle difficoltà che comunemente si affrontano. Nella fretta di un mondo che impone ritmi incalzanti.

Giocare con i bambini, ti consente di tornare alla semplicità senza essere scontati. Perché loro sono così, ti fanno domande imprevedibili, che ti spiazzano per la loro banalità ma soprattutto perché sei tu che fai fatica a dar loro una risposta, eppure sono domande tanto semplici.

Giocare con i bambini, vuol dire ascoltare le necessità di ognuno tramite un mezzo diverso, significa relazionarsi con loro senza sgridarli, rimproverarli, criticarli. Senza pretendere quei comportamenti che già qualcuno ci ha richiesto e che noi, di rimando, chiediamo a loro.

Giocare con i bambini, ti ricorda che puoi giocare anche tu ogni giorno. Con semplicità e con poco. E ti insegna che le difficoltà insormontabili, se spezzettate, divise in piccole parti possono diventare più affrontabili. Un po’come fanno loro che sono così piccoli e sembrano così indifesi,rispetto ad un mondo che chiede tanto, spesso troppo.

Giocare con i bambini, ti fa sentire importante, perché se loro ti chiamano maestro è perché riconoscono in te qualcuno che li conduce in una direzione. Che li rispetta e che, in fondo, vuole loro bene.

Ecco perché insegnare il Rugby, anche se per due ore, è stata un’esperienza di vita, e di questo devo ringraziare tutti i miei bambini.

Autore: Marta

SHOP LEGGO ANCH’ IO

I nostri volumi dedicati al metodo riabilitativo delle sillabe scritte sono acquistabili online.


FORMAZIONE

I nostri corsi di formazione per logopedisti, psicologi, terapisti, educatori a Padova e Bolzano.


CONTATTI

Per informazioni, richieste, suggerimenti e commenti non esitate a contattarci!